Cookie, la fine può attendere il 2023

Google ha annunciato oggi, giovedì 24 giugno, che, diversamente da quanto aveva dichiarato da diversi mesi, i piani per eliminare gradualmente i cookie di terze parti dal browser Chrome saranno posticipati fino alla fine 2023, circa un anno dopo rispetto alla data originale.

Altri browser come Safari e Firefox hanno già implementato limitazioni contro i cookie di tracciamento di terze parti, ma Chrome è il browser desktop più utilizzato (65% del market share) e quindi un cambiamento di paradigma in questo senso sarà prevedibilmente più impattante per il settore pubblicitario.

Nel post appena pubblicato sul blog, Google afferma che la decisione di eliminare gradualmente i cookie lungo un “periodo di tre mesi” a metà del 2023 è “Soggetta al nostro impegno con l’Autorità per la concorrenza e i mercati del Regno Unito (CMA).” In altre parole, sta imputando parte del ritardo alla sua necessità di lavorare più a stretto contatto con le autorità di regolamentazione per trovare nuove tecnologie condivise per sostituire i cookie di terze parti da utilizzare nella pubblicità. Oltre ai temi burocratici, Google illustra con grande chiarezza il complesso iter di valutazione delle proposte, anche e soprattutto tramite il lavoro con i partner delle varie industry, individuando in tre fasi ogni percorso:

Discussion: tecnologie e prototipi sono discussi su forum come GitHub o gruppi W3C

Testing: le tecnologie vengono rigorosamente testate su Chrome attraverso numerosi Origin Trial, che permettono trasparenza e feedback. Ad esempio, abbiamo ricevuto un feedback sostanziale dalla comunità web durante il test della prima versione di FLoC. Abbiamo in programma di concludere i test nelle prossime settimane e di incorporare tutti gli input, prima di passare a ulteriori test sull’ecosistema

Ready for adoption: una volta completato il processo di sviluppo, le tecnologie di successo sono pronte per essere utilizzate su larga scala. Verranno lanciate su Chrome e saranno pronte per l’utilizzo su larga scala sul Web.

Un percorso in due fasi

La data del 2022 rimane anche nel nuovo piano: Google ha annunciato che, se il completamento della dismissione è ora in calendario a fine 2023, alla fine del 2022 inizierà la migrazione dei servizi per editori e advertiser.

Fase 1 (a partire dalla fine del 2022): Durante la fase 1, gli editori e l’industria pubblicitaria avranno tempo per migrare i loro servizi. Prevediamo che questa fase duri nove mesi e controlleremo attentamente l’adozione e il feedback prima di passare alla fase 2.

Fase 2 (a partire dalla metà del 2023): Chrome eliminerà gradualmente il supporto per i cookie di terze parti in un lasso di tempo di tre mesi che terminerà alla fine del 2023.

Per sapere tutto sul Digitale senza cookie di terze parti, scarica il paper gratuito di Webranking

Questo articolo è stato scritto da Nicola Donati, Key Account Manager di Webranking

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Raccontaci i tuoi obiettivi

close
Inizia a digitare per vedere i contenuti che stai cercando.
Sidebar